SE SI PUO’ RACCONTARE…

AICH Milano Onlus protagonista dell’evento RAI “SE SI PUÒ RACCONTARE…”
Un incontro sulla vita nella malattia e la malattia nella vita

Ricerca Scientifica e Medicina Narrativa: è il tema dell’incontro “Se si può raccontare…”, organizzato dal Gruppo Pari Opportunità della Rai di Milano, per lunedì Rai-Logo6 Febbraio alle 12 presso lo Studio TV3 della Rai di Milano . Un’occasione per approfondire – attraverso letture, video e testimonianze – il tema del rapporto tra la medicina e il paziente, inteso come individuo, con la propria storia e i propri bisogni. “I malati – sostiene Rita Charon, fondatrice della Medicina Narrativa – hanno bisogno di medici che capiscano il loro star male, ascoltino i loro problemi e li accompagnino attraverso la loro malattia”.

AICH Milano Onlus sarà presente attraverso le immagini e la proiezione di estratti tratti dai docufilms  -realizzati da Gionata Coacci e Luca Vasco -  “Il Sapere e la certezza” e “Prendersi cura è nel nostro DNA”, presentati in occasione dei Convegni HUNTINGTON’S DAYS 2015 e 2016 presso l’Università Statale di Milano, che hanno raccolto il vissuto dei malati affetti da Corea di Huntington, attraverso il racconto loro e dei familiari.

Con Massimo Cirri, giornalista, psicologo e conduttore radiofonico, ne discutono Elena Cattaneo, docente presso il Dipartimento di Bioscienze dell’Università degli Studi di Milano, Senatrice a vita e ricercatrice di fama internazionale; Luigi Zoja, psicanalista e saggista. Intervengono, inoltre, Paola Mosconi IRCCS Istituto Mario Negri di Milano, responsabile del Laboratorio di ricerca sul coinvolgimento dei cittadini in sanità; e Marina Senesi, attrice e autrice, che leggerà brani di “Se si può raccontare…” monologo che ha portato in scena il tabù della malattia. per raccontare in prima persona le speciali alchimie che scatena dentro e fuori di noi.

Verrà inoltre proiettato “Il Tempo di un respiro”, invece, illustra l’esperienza del reparto allestito presso la RSA Villa dei Cedri specificatamente rivolto all’accoglienza dei pazienti con sclerosi laterale amiotrofica (SLA) dando voce ai malati, ai familiari e agli operatori.
Sono previsti, infine, momenti di dibattito con i malati, i familiari e le associazioni presenti.
L’evento è anche in live streaming su www.raiplay.it/sesipuoraccontare ed è aperto al pubblico su prenotazione a scatterai@rai.it.